Covid, Pregliasco fa il punto della situazione

·2 minuto per la lettura
Vaccino Covid-19, le parole di Pregliasco
Vaccino Covid-19, le parole di Pregliasco

Il virologo dell’Università degli Studi di Milano, Fabrizio Pregliasco, ha tracciato un bilancio in merito al vaccino contro il Covid-19. L’esperto ha parlato di una situazione sanitaria in continua evoluzione. “È possibile sentirsi stranamente energici subito dopo aver ricevuto una dose del vaccino anti-Covid”.

Vaccino Covid-19, le parole di Pregliasco

L’Italia sta procedendo in maniera sempre più veloce e tempestiva con la campagna vaccinale. Intanto Pregliasco ha spiegato i motivi per cui potrebbe verificarsi nelle persone un momento energico da parte dei vaccinati. “I motivi potrebbero essere vari. In primis uno psicologico, cioè sapere che si inizia a essere più protetti da Covid-19. L’altro, invece, potrebbe dipendere dal nostro sistema immunitario – commenta Pregliasco – che con l’iniezione riceve un piccolo e breve sprint”.

Vaccino Covid-19, Pregliasco e gli effetti delle riaperture

Inanto l’Italia prosegue con le varie riaperture che il governo guidato da Mario Draghi ha programmato ormai da tempo. Si va dal coprifuoco spostato alle ore 23 alle future aperture di palestre, centri commerciali e ristoranti al chiuso. Pregliasco ha intanto precisato alcune novità in merito ad una possibile nuova ondata. “Probabilmente con queste aperture il rischio ci sia di un ritorno del virus. Non parliamo di una quarta ondata – commenta Pregliasco – ma di un recupero nel numero di casi perché aumentando la mobilità aumentano i contagi”.

“È chiaro che tutto questo sarà compensato dal fatto che i casi gravi non avranno la proporzione attuale rispetto ai contagi, ma molto meno, lo vediamo già nelle popolazioni già vaccinate”.

Vaccino Covid-19, Pregliasco parla anche delle mascherine all’aperto

Sul tema delle mascherine all’aperto Pregliasco ha parlato dei prossimi mesi e della possibilità di metterle via. “Dico di sì, perché si stanno attuando diverse strategie per arrivare in modo pervasivo a tutti con i vaccini. Se le dosi arriveranno, visto che ormai la problematica di produzione e distribuzione dovrebbe essere superata rispetto alle prime fasi. Questo porterà con un’alta percentuale di vaccinati. Di conseguenza – continua Pregliasco – a togliere la mascherine probabilmente all’aperto e ovviamente in spiaggia”.

I dati delle persone positive al Covid variano visto che “dipendono anche dalla capacità di cercare i contagiati. Paradossalmente è meglio individuare sempre più positivi – conclude Pregliasco – perché più ne troviamo più possiamo controllare i contagi“.