Covid preoccupa l'Australia, più di 6 milioni di persone in lockdown

Sacha Malgeri
·1 minuto per la lettura
Vigili del Fuoco distribuiscono del cibo a Melbourne Melbourne, Australia, 7 luglio 2020.  AAP Image/James Ross via Reuters (Photo: Reuters)
Vigili del Fuoco distribuiscono del cibo a Melbourne Melbourne, Australia, 7 luglio 2020. AAP Image/James Ross via Reuters (Photo: Reuters)

Da oggi 6,6 milioni di persone saranno isolate in Australia a causa di un aumento dei casi di coronavirus a Melbourne. Lo riporta la Cnn. Lo stato di Victoria, dove si trova la città colpita, e il New South Wales, saranno messi in lockdown per la prima volta dall’inizio della pandemia di Covid-19, secondo quanto annunciato dalle autorità che hanno anche deciso di inviare militari e polizia al confine. Si tratta degli stati più popolosi della nazione.

Il lockdown per Melbourne durerà sei settimane, in base a quanto annunciato da Daniel Andrews, premier dello Stato di Victoria: “C’è un numero di nuovi contagi insostenibilmente alto.Dobbiamo essere realistici sulle circostanze nelle quali ci troviamo”. I cittadini potranno uscire dalle loro abitazioni solo per lavoro, per acquistare beni di prima necessità e per attività di caregiving. L’esercito vigilerà per non far uscire nessuno dalla città.

Lo stato australiano di Victoria, secondo quanto riferisce il Guardian, ha riportato 191 nuovi casi di coronavirus, superando il record di ieri. Motivando il nuovo lockdown, il premier dello Stato Daniel Andrews ha invitato a “essere realistici riguardo alle circostanze che affrontiamo. Fingere che sia finita non è la risposta. Semplicemente non c’è alternativa”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.