Covid, primo test sull'uomo per nuova terapia con anticorpi -2-

Cro-Mpd

Roma, 3 giu. (askanews) - "Siamo grati di collaborare con i colleghi di AbCellera, del NIAID e con le numerose istituzioni accademiche che ci hanno aiutato a raggiungere questo traguardo nella lotta dell'umanità contro COVID-19, una malattia individuata per la prima volta solo sei mesi fa. Abbiamo il privilegio di aiutare ad inaugurare questa nuova era dello sviluppo di farmaci con il primo potenziale nuovo farmaco specificamente progettato per contrastare il virus. Le terapie con anticorpi come LY-CoV555 possono rivelarsi efficaci sia nella prevenzione che nel trattamento di COVID-19 e possono essere particolarmente importanti per i gruppi più colpiti dalla malattia come gli anziani e le persone con sistema immunitario compromesso", ha affermato Daniel Skovronsky, MD, Ph .D., Chief Scientific Officer e presidente di Lilly Research Laboratories.

"Entro la fine del mese esamineremo i risultati di questo primo studio sull'uomo e intendiamo avviare più ampi studi di efficacia. Nel frattempo, stiamo anche avviando la produzione di questa potenziale terapia su vasta scala. Qualora LY-CoV555 si rivelasse parte della soluzione a breve termine per COVID-19, vogliamo essere pronti metterla a disposizione dei pazienti il più rapidamente possibile, con l'obiettivo di rendere disponibili diverse centinaia di migliaia di dosi entro la fine dell'anno", ha continuato Skovronsky.

Se i risultati della Fase 1 mostreranno che l'anticorpo può essere somministrato in modo sicuro, Lilly prevede di passare alla fase successiva del test, studiando LY-CoV555 in pazienti COVID-19 non ospedalizzati. L'azienda prevede inoltre di studiare il farmaco in ambito preventivo, concentrandosi su popolazioni di pazienti vulnerabili che storicamente non sono candidati ottimali per i vaccini.

Lilly è al lavoro con diverse soluzioni per il trattamento del COVID-19. Alcuni medicinali già esistenti di Lilly sono allo studio per comprenderne il potenziale nel trattamento delle complicanze del COVID-19 e l'azienda sta collaborando con due società biotecnologiche per scoprire nuovi trattamenti con anticorpi per il COVID-19.