Covid: procura di Savona indaga su mascherine nelle scuole

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
(Getty Creative)
(Getty Creative)

La Procura di Savona ha aperto una indagine per verificare che le mascherine distribuite nelle scuole dal Ministero dell'Istruzione siano a norma.

Il fascicolo, a carico di ignoti, per il reato di presunta frode in commercio è stato aperto dopo le lamentele di alcuni genitori degli studenti, secondo i quali le mascherine avrebbero emanato cattivo odore e, in qualche caso, avrebbero persino irritato la pelle.

GUARDA ANCHE: Mascherine FFP2, chirurgiche e lavabili: come riconoscere quelle certificate. I trucchi per usarle al meglio

“Ovviamente le mascherine inviate dal Miur sono certificate – ha spiegato il procuratore Ubaldo Pelosi - ma vogliamo verificare che quanto affermato dai documenti corrisponda davvero nella sostanza a quanto fornito dalle ditte al ministero”.

I dispositivi di protezione personale sono stati prelevati da alcuni licei di Savona dagli uomini della Guardia di finanza. Le mascherine verranno mandate ad analizzare per verificare se siano davvero a norma.

GUARDA ANCHE: Giappone, la mascherina da 8 mila euro