Covid, Prodi: "Vaccino obbligatorio, complicato lockdown selezionato"

·1 minuto per la lettura

Un lockdown limitato a chi non si vaccina, come ipotizzato dal Governo austriaco, "più che pensare all'aspetto giuridico lo vedo molto complicato da applicare". Così Romano Prodi, intervistato da Maria Latella a 'Il Caffè della domenica' su 'Radio 24 Il sole 24 ore'. "Io sulla materia sono un po' estremista, anche se non lo sono mai di natura -aggiunge l'ex premier- quando c'è una pestilenza ci dovrebbe essere il vaccino obbligatorio. Capisco di essere fuori dalla musica che suona in questo momento, però di fronte alla casa che brucia si chiamano i pompieri, questa è una regola di solidarietà".

"Poi quello che fanno gli austriaci -ribadisce Prodi- mi sembra complicato come possono fare queste distinzioni in pratica nella vita quotidiana. La logica di isolare chi non si vaccina perchè non faccia male agli altri è una logica fondamentalmente giusta, poi gli strumenti li applicherà Paese per Paese. Dobbiamo pure finirla con questa pandemia".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli