Covid in provincia di Venezia: scoperti all'ospedale di San Donà 15 casi di variante Delta

·2 minuto per la lettura
Coronavirus Italia
Coronavirus Italia

Aumentano i casi di variante Delta nel veneziano. A San Donà di Piave si sono registrati 15 nuovi casi. Inoltre, in tutta la provincia di Venezia e nel Veneto vi è stata un’impennata nelle infezioni da Covid.

Leggi anche: Stop delle grandi navi a Venezia, ministro Franceschini: “Giornata importante”

Covid a San Donà (Venezia): è variante Delta

L’ospedale di San Donà ha individuato 15 nuovi contagi da variante Delta tra i suoi più recenti pazienti. Le prime identificazioni sono avvenute pochi giorni fa.

Le persone per ora colpite sono tutte anziane. Inoltre, al momento del contagio erano già state sottoposte all’iter vaccinale. Infatti, la maggior parte di loro aveva già fatto il richiamo. Attualmente non risulta che i 15 ammalati mostrino sintomi particolarmente pesanti. Comunque, tutti rimangono in cura in vari reparti dell’ospedale.

Veneto e provincia di Venezia, i nuovi dati Covid

In Veneto vi è stato un picco di contagi nell’ultima giornata. Si sono, infatti, contate 600 nuove infezioni da Covid. Si sono pure registrati 3 nuovi ingressi in terapia intensiva. Tuttavia, non vi sono stati nuovi morti.

Leggi anche: Green pass obbligatorio per viaggi, ristoranti, sport e cinema: domani il nuovo decreto

La stessa provincia di Venezia ha visto nell’ultimo periodo un consistente aumento dei casi. Lo mostrano chiaramente i dati dell’Ulss 3 Serenissima, l’azienda ospedaliera della provincia.

Intervenendo in una conferenza stampa il 20 luglio, Luca Sbrogiò, direttore della Prevenzione, ha infatti spiegato che dall’1 al 9 luglio si sono registrati 48 nuovi contagi. Tra il 10 e il 18 luglio, invece, se ne sono rilevati 255. Un aumento che è pari al 531%. Sbrogiò ha inoltre detto: “Attualmente sono 303 le persone positive, con un’età media di 29 anni”. Il numero di individui in quarantena è pari a 698.

Le vaccinazioni anti-Covid nella provincia di Venezia

Continua speditamente la campagna vaccinale nella provincia di Venezia. Il 19 luglio sono arrivate 3 mila nuove dosi e subito si é visto un buon livello di adesione. Sempre Sbrogiò ha infatti affermato: “Nel giro di poche ore ne sono state prenotate un migliaio circa”.

Fino ad ora, all’interno della Ulss 3 sono stati vaccinati l’88,7% degli over 70 e l’82,9% degli over 60. Inoltre, è stato immunizzato il 75,9% della fascia d’età 59-51 anni, il 69,1% di quella 49-41 e il 61,7% di quella 39-31. I dati che coinvolgono i più giovani invece sono: 66,2% di immunizzati tra gli over 20 e 39,3% fra le persone dai 12 ai 19 anni.

Leggi anche: Covid, Figliuolo: “Obiettivo vaccinare l’80% degli over 12 entro settembre. Varianti? Rischio concreto”

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli