Covid: psichiatri a Governo e Stato, 'agire subito contro emergenza disagio'

·2 minuto per la lettura
featured 1247420
featured 1247420

Roma, 17 mar. (Adnkronos Salute) – C'è un emergenza psicologica e psichiatrica legata alla pandemia che va affrontata subito, "senza ulteriori ritardi". E' la sintesi della lettera-appello inviata al presidente della Repubblica Sergio Mattarella, al presidente del Consiglio Mario Draghi e al ministro della Salute Roberto Speranza, da oltre 80 tra psichiatri e psicologi che hanno già aderito all’iniziativa promossa dalla Fondazione Brf-Istituto per la ricerca in psichiatria e neuroscienze. Nella lettera si chiede, in particolare, di "organizzare e sostenere nuove ricerche sul rapporto salute mentale-Covid-19, specie nello studio delle sequele a lungo termine della malatti"

"Lo stato di apprensione e di ansia nella popolazione generato dalla preoccupante situazione economica – spiega il presidente della Fondazione, Armando Piccinni – sta contribuendo a sua volta ad incrementare il numero di soggetti potenzialmente bisognosi di aiuto. Il disagio mentale deve essere affrontato nei suoi differenti versanti: psicologico, psichiatrico e sociale. Tale azione non può essere ulteriormente rimandata".

E' indispensabile – si sostiene nella lettera avere il monitoraggio continuo dei gesti suicidari correlati al Covid -19 e al tempo stesso mettere in campo azioni di formazione e prevenzione. La telemedicina in questo ambito potrà avere di certo un compito rilevante. "Affinché tutto questo si realizzi – spiega ancora Piccinni – è indispensabile rinsaldare, mediante azioni speciali di coordinamento, connessioni strette tra i differenti ambiti dell’assistenza sanitaria, degli organismi di sostegno sociale, del volontariato e degli enti del terzo settore".

La lettera appello è sottoscritta da accademici, ricercatori e professionisti come: Andrea Fagiolini (Università di Siena), Davide Dettore (Università di Firenze), Donatella Marazziti (Università di Pisa, Unicamillus Roma), Padre Alberto Carrara (Università Europea di Roma), Francesco Benedetti (San Raffaele), Leonardo Miscio (direttore sanitario IRCCS Istituto Nazionale Tumori “Fondazione Pascale”), Tiziana Stallone (presidente Enpab), Felice Damiano Torricelli (presidente Enpap), Stefano Pallanti (Imperial College, Uk), Giovanni De Girolamo (direttore Psichiatria Epidemiologica e Valutativa al Centro San Giovanni di Dio Fatebenefratelli).

Psichiatri e psicologi firmatari si appellano "alla lungimiranza del nostro presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, all’autorevolezza del presidente del Consiglio, Mario Draghi, e alla competenza del ministro della Salute, Roberto Speranza, affinché quella che rischia, giorno dopo giorno, di trasformarsi in una pericolosa emergenza sociale e umana, diventi una delle priorità dell’operato di questo governo".

Alla lettera – reperibile sul sito www.fondazionebrf.org – "si può ancora aderire", scrivono i firmatari in una nota.