Covid Puglia, oggi 2.369 contagi: bollettino dati 1 aprile

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·3 minuto per la lettura

Sono 2.369 i nuovi contagi di Coronavirus in Puglia secondo i dati del bollettino di oggi, 1 aprile. Si registrano altri 36 morti. Da ieri sono stati processati 13.293 tamponi. I nuovi casi sono così distribuiti sul territorio: 860 in provincia di Bari, 150 in provincia di Brindisi, 131 nella provincia Bat, 562 in provincia di Foggia, 291 in provincia di Lecce, 374 in provincia di Taranto, 5 casi di residenti fuori regione, 4 casi di provincia di residenza non nota. Ieri i nuovi casi erano 1.962 su 13.847 test, mentre i decessi erano 43.

In tutto in Puglia hanno perso la vita 4.848 persone a causa del Covid. Sono 142.501 i pazienti guariti mentre ieri erano 141.343 (+1.158). Balzo in avanti notevole dei casi attualmente positivi: sono 48.032 mentre ieri erano 46.857 (+1.175).

I pazienti ricoverati sono 2.115 mentre ieri erano 2.100 (+15). Il totale dei casi positivi Covid in Puglia dall'inizio dell'emergenza è di 195.381.

Il boom dei contagi in Puglia preoccupa Pierluigi Lopalco in vista della Pasqua. "Si dovrà evitare di muoversi da casa, per non peggiorare la situazione. Evitiamo di affollare i luoghi pubblici, facciamo la spesa in orari non di punta, proteggiamo le persone non ancora immunizzate e evitiamo di farci gli auguri di Pasqua di persona. Una visita di cortesia per scambiarsi gli auguri può essere il preludio di una tragedia", afferma l’assessore alla Salute della Regione rivolgendosi ai suoi concittadini.

"La circolazione del virus in Puglia rimane alta – aggiunge - e i contagi comunicati toccano quota 2.369, un dato mai registrato dall’inizio dell’emergenza. La pressione sul sistema sanitario è elevatissima. Ecco perché è importante rispettare le misure di sicurezza e prevenzione. Nonostante le norme limitino al minimo le possibilità di spostamento, è visibile a tutti che in giro c’è ancora troppa gente, in ogni luogo. Questo apre autostrade al virus, che vive di contatti".

"Le prossime festività pasquali – sostiene Lopalco - saranno un altro tornante della pandemia. Il virus cammina su chi si incontra, si saluta o si abbraccia e si propaga ad altissima velocità".

"Prego tutti i cittadini di non chiedere continuamente 'più controlli' perché i controlli non sono in grado di farli o comunque non li vogliono fare. Vi prego di autogestirvi, di comprendere che anche solo andare a fare gli auguri a una persona cara può essere un atto che può determinare una catastrofe", ha detto il presidente della Regione Michele Emiliano, intervenendo alla trasmissione Timeline su Skytg24.

“Noi in Puglia purtroppo oggi abbiamo il record di contagi in assoluto, nonostante la zona rossa rafforzata – ha aggiunto – perché c'è ancora una intensità di rapporti umani e peraltro questa variante inglese ha una durata nell'incubazione, cioè ha un tempo così rapido di incubazione che il tracciamento è saltato completamente, non serve più a niente. Non riusciamo più a frenare, perché, nel tempo necessario a capire che c'è un innesco di un focolaio, il soggetto ha già contagiato una marea di altre persone".

"La variante inglese – ha sottolineato Emiliano - sta diventando egemonica, in Puglia credo che sia ormai intorno al 90% e peraltro ha caratteristiche anche più letali. Ci siamo accorti che stanno purtroppo morendo, e male, un sacco di persone e anche in età giovanile: una mamma infettata da un bimbo di 8 anni che è andato a scuola è morta qualche giorno fa, era una mia conoscente quindi è una testimonianza diretta".