Covid, Rasi: "Vaccino a bambini per proteggerli da quarta ondata e Delta"

·1 minuto per la lettura

Emergenza coronavirus e vaccino anti Covid ai bambini, per Guido Rasi, ex direttore esecutivo dell'Ema (Agenzia europea del farmaco) e consulente del commissario Francesco Paolo Figliuolo, i bambini "sicuramente possono dare un contributo alla pandemia ma per i bambini bisogna ragionare che la protezione è prima di tutto per loro stessi perché vediamo che la variante Delta e la quarta ondata non risparmieranno neanche loro" e c'è "il grido di dolore dei pediatri che evidenziano che vanno protetti". 

"Per sconfiggere la pandemia - sottolinea Rasi ospite di 'Sabato Anch'io' su Rai Radio 1 - la strada è raggiungere una omogeneità sul territorio, i numeri dei vaccinati in Italia sono importanti e siamo uno dei Paesi che ha ottenuto in assoluto i risultati migliori. Con due elementi di debolezza, la disomogeneità dei territori e la disomogeneità per l'età". 

Quanto alla terza dose di vaccino anti Covid "sembrerebbe emergere che potrebbe essere davvero l'ultima. Molti immunologi valutano che il ciclo tradizionale di tre dosi stabilizza la memoria immunologica. Se le varianti rimangono queste potremmo aver finito qui".  

L'aumento dei contagi in tutta Europa "è dovuto al fatto che abbiamo riaperto tutto in maniera disomogenea in 27 Paesi. Con la spinta dall'Est dove ci sono Stati che hanno vaccinato il 30%, così il virus circola", dice Rasi. 

Guardando al Natale, "il prossimo potrebbe essere un Natale migliore di quello scorso, ma non sarà normale". "Siamo molto a rischio, viviamo un equilibrio molto precario", avverte lo scienziato.  

 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli