Covid, Realacci: un’infermiera nei presepi di tutta Italia

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 19 dic. (askanews) - È in distribuzione in tutta Italia una statuetta da presepe che rappresenta un'infermiera. La stessa statuetta a grandezza naturale è collocata davanti alla basilica del Sacro Convento di Assisi. È il frutto di un'iniziativa promossa, nell'ambito del Manifesto di Assisi, da Fondazione Symbola, Confartigianato e Coldiretti.

"La tradizione del presepe - dichiara Ermete Realacci, Presidente della Fondazione Symbola - nata nel 1223 a Greccio ad opera di San Francesco, è importantissima per le nostre comunità. Nel piccolo abbiamo voluto, a partire da quest'anno, aggiungere nuove attività, nuovi mestieri legati al vivere di tutti i giorni, per dare forza al presepe come chiave anche del futuro. Non potevamo quest'anno che partire dagli operatori del mondo della sanità e della cura. Un omaggio all'impegno straordinario e generoso di quanti, nella pandemia, difendono le nostre vite".

Un'indagine, condotta da Ipsos per Fondazione Symbola, ci dice che oltre il 61% degli italiani ritiene molto o abbastanza importante il presepe per la propria famiglia e il 64% per la propria comunità.