Covid, Regioni: puntare al 100% studenti a scuola in sicurezza

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 20 apr. (askanews) - Le Regioni esprimono "soddisfazione per il confronto leale che ha caratterizzato l'incontro del pomeriggio" con il governo sulle riaperture delle scuole, previste per il 26 aprile. Secondo quanto si apprende, da parte dei presidenti di Regione è stata sottolineata "l'impossibilità di partire subito con la didattica in presenza al 100%, sia in ragione dei limiti di capienza sui mezzi di trasporto che dei problemi strutturali di numerosi edifici scolastici: due criticità che non permetterebbero di garantire il rispetto delle misure di contenimento dei contagi. ferma restando questa premessa, le stesse regioni sono al lavoro per permettere alla più ampia percentuale di studenti di tornare a scuola".

Alla riunione hanno preso parte la ministra per gli Affari regionali, Maria Stella Gelmini, il ministro per i Trasporti e la mobilità sostenibile, Enrico Giovannini, il ministro dell'Istruzione, Patrizio Bianchi, il ministro della Salute, Roberto Speranza, la ministra degli Interni, Luciana Lamorgese e i rappresentanti della Conferenza delle regioni e degli Enti locali, Fedriga, De Pascale e Decaro.