Covid, Regioni verso conferma “bianco”: rischio moderato o basso

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 20 ago. (askanews) - La prossima settimana tutta l'Italia dovrebbe restare "zona bianca", comprese Sardegna, Calabria e soprattutto Sicilia che rischiavano di passare al giallo.

Secondo la bozza di monitoraggio Covid in Italia di Ministero della Salute e Iss (dati relativi al periodo 9 - 15 agosto 2021), infatti, 18 Regioni/PPAA risultano classificate a rischio "moderato", mentre le restanti 3 Regioni (Lazio, Lombardia e Veneto) risultano classificate a rischio "basso"; nessuna Regione/PA supera la soglia critica di occupazione dei posti letto in terapia intensiva o area medica.

I dati Agenas, aggiornati a ieri, indicano per la Sicilia terapie intensive 11% (+1%) / area non critica 17% (0%); per la Calabria 7% (+1%) / 16% (+1%); per la Sardegna 10% (+1%) / 11% (+1%).

In generale, spiega la bozza del monitoraggio, il tasso di occupazione in terapia intensiva è in aumento al 4,9% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute), con il numero di persone ricoverate in aumento da 322 (10/08/2021) a 423 (17/08/2021). Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale aumenta al 6,2%. Il numero di persone ricoverate in queste aree è in aumento da 2.880 (10/08/2021) a 3.472 (17/08/2021).

Dodici Regioni/PPAA riportano allerte di resilienza. Nessuna riporta molteplici allerte di resilienza.

Stabile il numero di nuovi casi non associati a catene di trasmissione (15.021 vs 15.026 la settimana precedente). La percentuale dei casi rilevati attraverso l'attività di tracciamento dei contatti aumenta leggermente (33% vs 32% la scorsa settimana). In diminuzione la percentuale dei casi rilevati attraverso la comparsa dei sintomi (46% vs 47%). Infine, il 21% è stato diagnosticato attraverso attività di screening.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli