Covid, Remuzzi: "Vaccino protegge da trombosi"

·1 minuto per la lettura

"Il vaccino covid protegge dalla trombosi, protegge da ciò di cui le persone hanno paura". Sono le parole del professor Giuseppe Remuzzi, direttore dell'Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri. "Rischiamo di avere ancora un numero alto di morti ogni giorno. Ora ne abbiamo tra 30 e 50, potremmo arrivare anche a 100. Il problema è che dobbiamo convincere le persone a vaccinarsi. Distinguiamo i pochi veri no vax dalle persone che hanno paura della trombosi", dice Remuzzi a L'aria che tira - estate.

"Ci sono state rarissime trombosi associate a soggetti con un numero di piastrine basse. Le trombosi di chi contrae il covid sono 5-10 volte di più: il vaccino protegge dalla trombosi, protegge da ciò di cui le persone hanno paura", aggiunge.

"Da Israele stiamo imparando che abbandonare le precauzioni non è una buona idea, nemmeno per chi sarà vaccinato con 3 dosi. La terza dose, che io chiamerei richiamo, è importante ma non risolverà il problema. Può darsi che si debba fare per tutti", afferma ancora. "In Israele, che è un po' un laboratorio, stanno facendo la terza dose: i morti sono soprattutto non vaccinati. Noi intanto cerchiamo di dedicarci ai nostri 5 milioni che non sono ancora vaccinati".

La sfida al Covid "si risolverà col tempo combinando la vaccinazione con le attenzioni minime: evitare assembramenti e tenere la mascherina anche se si è vaccinati. La mascherina all'aperto non serve se c'è distanziamento, ma quando ci sono situazioni a rischio è importante averla a disposizione".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli