Covid, Rezza: quadro fa sperare, resta sovraccarico ospedaliero

Sav
·1 minuto per la lettura

Roma, 14 nov. (askanews) - "Come vediamo dai dati, che fanno riferimento a qualche giorno fa, abbiamo apparentemente una tendenza alla diminuzione dell'Rt: questa settimana la stima puntuale è di 1.4, con dei limiti di confidenza abbastanza ampi. Sta a significare che evidentemente c'è una tendenza alla diminuzione della trasmissione dell'infezione nel Paese: il quadro tentenzialmente ci fa sperare, anche se dobbiamo vedere come si consoliderà nei prossimi giorni e settimane, anche perchè il sovraccarico ospedaliero rimane ed è il problema maggiore". Lo ha detto il direttore generale della Prevenzione del Ministero della Salute Gianni Rezza, in una conferenza stampa sull'analisi dei dati del Monitoraggio delle Regioni della Cabina di Regia e sulla situazione epidemiologica. "Questa tendenza alla diminuzione, se confermata nei prossimi giorni, potrebbe essere una conseguenza dei provvedimenti adottati su scala nazionale e regionale", ha proseguito, sottolineando che però "vediamo ancora un aumento del numero di ricoveri e di ricoveri in terapia intensiva". "A livello delle diverse regioni, vediamo degli effetti che ci suggeriscono che c'è una tendenza positiva: alcune Regioni che avevano Rt da zona rossa, in questa settimana sembrano andare incontro a una de-escalation". "Per avere un forte impatto dobbiamo portare l'Rt molto al di sotto di 1. Dobbiamo persistere nelle misure o addirittura rafforzarle per avere effetti importanti", ha concluso Rezza.