Covid, Rezza: "Sovraccarico in 2 regioni, molti malati gestibili a casa"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

"C'è sovraccarico in due regioni, molti malati potrebbero essere gestibili a casa. Perché se non ricevono la giusta assistenza, tendono ad andare verso il pronto soccorso con un iperaflusso e un eccesso di ospedalizzazioni. C'è quindi un problema di filtro preospedaliero". Lo ha sottolineato il direttore del Dipartimento della Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza, in conferenza stampa al ministero della Salute per l'analisi dei dati epidemiologici su Covid-19.

Rezza ha poi comunicato che vanno computati nel conteggio totale dei nuovi positivi "anche i test antigenici oltre ai test molecolari. Per questo stiamo adattando le modalità di raccolta dati, perché l'ultima cosa che vorremmo è falsare il trend storico". "I test antigenici sono un utile complemento ai test molecolari", ha concluso. "Stiamo adattando le modalità di raccolta dei dati per non falsare il trend nel computo giornaliero".