Covid, ricercatori: "In Veneto due varianti mai trovate altrove"

Primo Piano
·1 minuto per la lettura

I ricercatori del gruppo di virologia dell'Istituto Zooprofilattico delle Venezie hanno scoperto, fra le 8 varianti del Sars-CoV-2 circolanti in regione, due varianti identificate al momento solo in Veneto.

"Secondo i nostri studi preliminari - ha detto Antonia Ricci, direttrice dell'istituto - potrebbero essere varianti caratteristiche del nostro territorio". Si tratta dell'esito di uno studio svolto dallo Zooprofilattico nel mese di novembre: "In quel mese avevamo individuato 37 virus circolati in Veneto; tra questi 8 varianti del Sars-Cov-2, non ancora la variante inglese, e però due varianti non ancora trovate nel resto d'Italia. Dovremo approfondire meglio queste varianti territoriali".

"La maggior parte di questi virus - ha aggiunto Ricci, riferendosi agli 8 genotipi riscontrati in Veneto - sono presenti sia in Itala che in alcuni Paesi europei: sono caratterizzati da una mutazione della proteina Spike che la rende più' diffusiva e più contagiosa".

GUARDA ANCHE - Covid, cos’è la variante inglese?