Covid, "rischio trasmissione virus è ridotto nei vaccinati"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

Continuano in tutta Europa le vaccinazioni contro il Coronavirus. Ed "è molto incoraggiante vedere che le reinfezioni da Sars-Cov-2 sono piuttosto rare. Ora ci sono anche le prime indicazioni positive che il rischio di trasmissione del virus sembra essere ridotto nei vaccinati" sottolinea Andrea Ammon, direttore dell'Ecdc, il Centro europeo per il controllo della malattie. "Sebbene l'effetto delle varianti debba essere attentamente monitorato - aggiunge -, ci aspettiamo che il numero totale di infezioni diminuirà in modo significativo con l'aumentare della copertura vaccinale".

Dal report dell'Ecdc emergono alcuni punti chiave. "La prova dell'impatto della vaccinazione sul rischio di trasmissione è disponibile da un solo studio, che suggerisce che la vaccinazione di un componente della famiglia riduce il rischio di infezione negli altri di almeno il 30%". Ma è stato "dimostrato che la vaccinazione riduce significativamente l'infezione sintomatica o asintomatica negli individui vaccinati, sebbene l'efficacia vari in base al prodotto vaccinale e al gruppo target". Vi sono anche "alcune prove di una minore carica virale e di una minore durata della diffusione negli individui vaccinati, il che potrebbe tradursi in una trasmissione ridotta" di Covid-19. Molti degli studi sull'efficacia del vaccino, rileva però l'Ecdc, "sono stati condotti prima dell'emergere delle varianti di Sars-Cov-2 che preoccupano e vi sono alcune prove che l'efficacia del vaccino potrebbe essere ridotta per alcune delle varianti".