**Covid: salta incontro su libro con Gratteri, giudice Giorgianni 'vogliono travolgere il pm'**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Messina, 27 mar. (Adnkronos) – "Volevo evitare polemiche ulteriori su Nicola Gratteri che è candidato autorevole alla Procura di Milano. Stanno continuando ad attaccare strumentalmente senza avere letto il libro, ripetendo concetti estranei al libro ed addirittura quello sulla infertilità riportato, solo per onore di cronaca, citando la fonte che è lo stesso 'Foglio', che, evidentemente dimenticando, paradossalmente lo definisce fake news… circostanza sulla quale altri autorevoli giornali, nonostante informati, tacciono, anche se è la prova provata della strumentalità dell’attacco a me e soprattutto a Gratteri". Così, parlando con l'Adnkronos, il giudice Angelo Giorgianni, autore del libro 'Strage di Stato', scritto con il medico Pasquale Bacco, e che doveva essere presentato alle 19 di oggi in streaming, con la partecipazione del Procuratore di Catanzaro, Nicola Gratteri, spiega perché è stato deciso di annullare l'incontro on line.

"Centinaia di organi di informazione, indotti in errore, hanno ripreso queste accuse e continuano a propalarle – spiega il giudice della Corte d'Appello di Messina – E così, per attaccare Gratteri, definiscono Antisemiti noi che abbiamo a capo dell’area spirituale il rabbino Rav Amnon, capo degli ebrei ortodossi di Israele e leader carismatico mondiale e che tramite due legali nostri Israeliani, abbiamo presentato una specifica denuncia alla Corte Internazionale dell’Aia per crimini contro l’Umanità in Israele. Si continua con protervia ad insistere su questa accusa per travolgere Gratteri? Penso di si!".