Covid, Salvini: Giorgetti a lavoro su produzione italiana vaccini

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 23 feb. (askanews) - Con il premier Mario Draghi ha parlato anche del piano vaccinale e sulla possibilità di avviare una produzione in Italia. "Sì. E sono contento che un ministro leghista come Giorgetti avrà un incontro con le industrie farmaceutiche per pensare a una produzione italiana", spiega Matteo Salvini lasciando palazzo Chigi.

"Se si riescono a portare le industrie farmaceutiche a sostenere una produzione vaccinale italiana... non uso il termine sovranità ma non dovere dipendere da altri mi lascerebbe più tranquillo". E quanto ai tempi il leader della Lega spiega: "Andremo avanti almeno per due anni perciò servono vaccini, dal momento in cui cominci ad avviare la produzione servono 4 mesi, se cominci a marzo vuol dire che per l'estate hai una produzione del vaccino fatta in Italia e quindi non dipendi da Bruxelles o dalla multinazionale x o y".

Infine sul ruolo di Arcuri Salvini glissa: "Noi vogliamo dare il nostro contributo. Il giudizio su Arcuri lo darà la storia".