Covid: Salvini 'lunedì si riapra l'Italia, restituire libertà a 60 milioni di cittadini'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Catania, 14 mag. (Adnkronos) – "Lunedì è in programma una riunione, siamo a metà maggio. Se si prende atto della realtà dei fatti con i dimessi, i guariti, i vaccinati, una situazione sotto controllo in tutta Italia, lunedì non si potrà che restituire diritto al lavoro e alla libertà a 60 milioni di italiani". Lo ha detto il senatore Matteo Salvini arrivando nell'aula bunker del carcere di Catania per l'ultimo atto dell'udienza preliminare del caso Gregoretti dove è accusato di sequestro di persona. "Entro metà maggio abbiamo chiesto un tagliando- dice – e lunedì si prenda atto del fatto che per il momento stiamo vincendo la battaglia. Occorre non abbassare la guardia, però rinviare ulteriormente aperture e continuare divieti e coprifuoco non sarebbe rispettoso nei confronti degli italiani". Sulle vaccinazioni dice: "Gli italiani più fragili, gli over 70-80 sono ormai quasi tutti in sicurezza e quindi che questa sia l'estate del boom economico, dove accogliamo i turisti che pagano e non quelli che sbarcano e dove gli italiano possono finalmente tornare a vivere, amare, fare sport, in sicurezza". "Ogni singolo posto di lavoro va tutelato – dice – Il sostegno alle aziende è la riapertura. Tutti si aspettano di tornare al lavoro, al chiuso, all'aperto, di giorno e la sera".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli