Covid, Sassoli: "Non dobbiamo avere paura di misure drastiche"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

"Dovevamo prepararci meglio alla seconda ondata, tutti sapevano che sarebbe arrivata. Oggi la logica della chiusura non è più un tabu per nessuno". Così David Sassoli, presidente del parlamento europeo, ospite della festa del Foglio. "Tanti paesi - spiega - stanno pensando a misure drastiche, non dobbiamo averne paura".

"Durante l'estate sono passati messaggi sbagliati, l'agenda della politica sembrava la dovessero fare gli interessi. E' una lezione, tutti i paesi affrontano la stessa difficoltà", afferma Sassoli.

"Per ora siamo nei tempi, il bilancio dell'Unione è i primo gennaio, siamo fiduciosi, abbiamo visto quanto forza abbia l'Ue - dice ancora il presidente del Parlamento europeo -. "I Bond comuni finanzieranno il recovery, siamo in una trattativa, stiamo discutendo con i governi, affinché il bilancio della Ue non subisca tagli importanti", aggiunge Sassoli.

"Il recovery non è una finanziaria, un milleproroghe, è il governo il garante di questi fondi", ricorda Sassoli