Covid, Shanghai torna a vivere: finito lungo lockdown

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 1 giu. (askanews) - Shanghai ha posto termine da oggi a due mesi di duro lockdown e, con cautela, ha consentito l'apertura di 2,67 milioni di attività, dai negozi di quartiere alle grandi industrie, dopo aver messo sotto controllo i contagi da Covid-19. Lo scrive il South China Morning Post.

I nuovi contagi sono calati per l'11mo giorno consecutivo. Nelle ultime 24 ore sono stati 15 - in una metropoli da 25 milioni di abitanti - e i casi sintomatici solo cinque. Non ci sono stati decessi per il quinto giorno consecutivo.

"Riporteremo la vita e gli affari alla normalità", si legge in un comunicato diffuso dal Partito comunista di Shanghai, che ha ringraziato per la pazienza i residenti. "Shanghai - ha continuato - farà del suo meglio per riconquistare il terreno perduto a causa dell'epidemia".

In base alle restrizioni attenuate in vigore da oggi, il 90 per cento della popolazione, che vive in aree a basso rischio dichiarate Covid-free perché negli ultimi giorni non sono state rilevate infezioni, possono lasciare i condomini e accedere ai trasporti pubblici.

Alla mezzanotte tra ieri e oggi ci sono state scene di felicità nella città. Il lockdown è stato veramente duro e la gran parte degli abitanti non ha potuto lasciare casa dal primo di aprile.

Molti dipendenti di aziende hanno dormito nei luoghi di lavoro, come accaduto ai dipendenti della Borsa di Shanghai, che ha continuato a funzionare per tutto il periodo del lockdown.

Il lockdown di Shanghai, principale hub economico della Cina, ha provocato forti rallentamenti economici al paese e ha messo in discussione la politica "Zero Covid" che Pechino continua a perseguire.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli