Covid, Sileri: "Ecco come sarà il prossimo Natale"

·2 minuto per la lettura
Pierpaolo Sileri (Photo by Riccardo Fabi/NurPhoto via Getty Images)
Pierpaolo Sileri (Photo by Riccardo Fabi/NurPhoto via Getty Images)

Il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri, ospite di Radio 105, ha parlato della situazione Covid in Italia e di come dovremo ancora convivere con il virus nei prossimi mesi. Sileri ha detto la sua su mascherine, Green pass, concerti allo stadio, ma anche sulla terza dose di vaccino e su come vivremo il Natale. Ecco le sue parole.

"Prolungamento stato emergenza? Dipenderà da contagi"

Il prolungamento dello stato di emergenza “dipenderà dai contagi. Se dovessimo avere i contagi ancora in discesa, se non dovessero esserci varianti, allora non servirà prolungare lo stato di emergenza. Io al momento sono ottimista sull’andamento dell’epidemia, però bisogna osservare ciò che accade. Ondate ci saranno, ma saranno contenute e riservate prevalentemente ai non vaccinati. Ciò non toglie che anche tra i vaccinati potrà esserci un aumento anche se minore”. 

GUARDA ANCHE - Sileri: "Vaccino salva la vita. Punto"

"Verosimile che terza dose vaccino dovranno farla tutti"

“La scienza ci dirà se col passare dei mesi chi si è vaccinato per primo ha un’immunità ancora presente oppure no. Tutti i Paesi occidentali stanno valutando questo, ma oltre alla presenza degli anticorpi esiste anche un’immunità di memoria. Bisognerà valutare anche l’evidenza clinica, se coloro che si sono vaccinati a gennaio-febbraio inizieranno a infettarsi e ad avere dei sintomi allora vorrà dire che la protezione è calata molto e dunque bisognerà fare un richiamo. E’ verosimile che dovranno farlo tutti, ma ce lo dirà la scienza se e quando". 

Green Pass, Sileri: "Sarà l’ultima cosa che andrà tolta"

"Ci si chiede già quando togliere il green pass, ma io credo che sarà l’ultima cosa che andrà tolta. Le discoteche non sono ancora aperte al 100%, così come gli stadi, quindi non è ancora tutto aperto oggi. Prima guadagniamo altri pezzi di libertà e guardiamo che succede, poi togliamo la mascherina e vediamo che succede, poi potremo anche pensare di togliere il green pass, ma non oggi, bisogna procedere con gradualità”.

"A Natale cenone in libertà salvo varianti"

La ripresa dei concerti negli stadi ci sarà "molto prima dell'estate 2022. Vediamo come procede la situazione anche con le nuove varianti ma ormai ne siamo fuori". 

Il prossimo Natale? "Salvo che non accadano cose strane, come una nuova variante" di Sars-CoV-2, "potremmo fare un cenone in libertà. Ancora però ci saranno il distanziamento, la mascherina e il Green pass".

GUARDA ANCHE - Covid, cosa ci aspetta?

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli