Covid: sindaco Caltanissetta, 'hanno messo in pericolo le città, commissariare sanità Sicilia'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Palermo, 30 mar. (Adnkronos) – "Un disegno politico scellerato. Hanno falsificato a ribasso i dati secondo la procura di Trapani, hanno messo in serio pericolo le città per non dichiarare la Sicilia zona rossa". Così il sindaco di Caltanissetta, Roberto Gambino sull'inchiesta sui dati falsificati sul Covid. "Noi sindaci ci abbiamo creduto, certo chiedevamo le aperture, ci siamo fidati adesso ci ritroviamo a fermare il mare con le mani. Servono politici onesti, perché in mezzo ci sono le vite dei cittadini – dice – L’ho sempre sostenuto: la politica con la sanità non dovrebbe avere nulla a che spartire. L’ho detto in tempi non sospetti che c’era qualcosa che non quadrava nella progettazione dei centri vaccinali, pensati al contrario". "Chi ha coordinato tutto ciò è un incompetente, adesso la falsificazione del flusso dei dati, che ha causato l’impennata vertiginosa dei contagi anche nella nostra città – aggiunge – Caltanissetta e tutta la Sicilia non sono state protette da chi aveva il dovere di farlo, per dignità e decenza morale l’assessore Ruggero Razza dovrebbe dimettersi. E’ doveroso adesso che la sanità siciliana venga commissariata, in un momento così difficile ci manca una guida seria per uscire da questa guerra".