**Covid: sindaco Cortina, 'nostra situazione ben diversa da Austria e Bolzano, Natale salvo'**

·1 minuto per la lettura

"La nostra situazione è ben diversa da quella della vicina provincia di Bolzano e da quella dell'Austria: lì hanno una percentuale di vaccinati molto bassa, a differenza di noi. E per questo sono fiducioso, il Natale sarà salvo". Così all'Adnkronos il sindaco di Cortina d'Ampezzo, Gianpietro Ghedina assicura che "la stagione invernale sarà salvaguardata. Anche oggi abbiamo solo una dozzina di nuovi contagi rispetto ai 150-180 di un anno fa, mentre i dati di ospedalizzazione sono sempre molto bassi, le strutture ospedaliere e in particolare le terapie intensive tengono. La situazione è molto diversa da un anno fa, e ciò è la dimostrazione che il vaccino funziona ed è un'arma fondamentale contro il Covid".

E ancora, secondo il primo cittadino di Cortina: "così come il Green Pass che per noi è indispensabile, grazie a questo strumento potremo portare avanti senza problemi tutte le manifestazioni in programma nel periodo delle feste di Natale, sono assolutamente fiducioso. Certo, bisogna mantenere alta l'attenzione, non possiamo abbassare la guardia, perchè non possiamo permetterci altri stop nella stagione invernale, le nostre imprese devono poter lavorare in tranquillità, adesso aspettiamo solo la neve....".

Infine, il sindaco della regina delle Dolomiti si dice d'accordo su misure più restrittive che la provincia di Bolzano starebbe per prendere sulla linea di quanto già deciso dall'Austria: "anche il sindaco della vicina Dobbiacco sta spingendo per queste nuove restrizioni, e lo stesso presidente del Trentino Alto Adige Arno Kompatscher è sempre molto attento sul fronte della sicurezza e quindi credo che prenderà le misure necessarie, d'altra parte come regione autonoma può farlo".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli