Covid: sindaco Favignana, 'irritanti Governatori Nord che pensano solo a turismo, noi a salute' (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – "Nella riviera romagnola dovrebbero conoscere cosa è il diritto alla salute in una piccola isola, dove non esistono presidi ospedalieri, dove non esistono possibilità di collegamento, rapido e terrestre, e dove ogni intervento deve avvenire con un elicottero che parte da Palermo o da Trapani per giungere all'eliporto di Favignana, Levanzo o Marettimo – prosegue ancora il sindaco di Favignana Francesco Forgione – Che cosa significa partire con una idroambulanza rispetto alle condizioni del mare".

"Cosa vuol dire il turismo con poche centinaia di posti letto rispetto alle migliaia di mega hotel della Riviera, in isole che vivono solo di economia turistica per 4 o 5 mesi all’anno", dice. "Garantire la sicurezza innanzitutto ai cittadini e poi offrire sicurezza a chi decide di visitare questi nostri territori, non è una scelta economica, è la necessità che ci viene imposta dalla condizione di essere isole", aggiunge il primo cittadino di Favignana.

"Parliamo anche dei costi delle vaccinazioni per la sua organizzazione – prosegue – è un problema di razionalizzazione e organizzazione della vaccinazione. Vaccinare a fasce nelle nostre isole vuol dire fare partire più volte le équipe dell’Asp di Trapani, le strutture frigorifero dei vaccini, organizzare nelle diverse isole i presidi delle vaccinazioni con costi e tempi che non hanno confronto con l'organizzazione dei presidi stabili e organizzati per la vaccinazione terrestre".