Covid: sindaco Passerini, 'Codogno non molla, in 5 mesi aperte 21 attività' (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – A Codogno, e in più generale nel Lodigiano, il desiderio di una forte ripresa economica è altissimo. "Sento questa voglia da parte di imprenditori e cittadini di ripartire, di tornare a fare le piccole cose che da 15 mesi sono un sogno – dice il sindaco -. Mi aspetto un forte impatto economico quando limitazioni saranno tolte, come ricaduta sull’economia, e poi una rinnovata forza, speranza e orgoglio che saranno le caratteristiche per la ripartenza, per recuperare questi mesi. Vedo la forza e la voglia di non mollare, se tutti andiamo avanti così a fare la nostra parte sono sicuro che in Italia supereremo l’onda lunga della crisi economica".

Nel frattempo, il sindaco Passerini si prepara ad affrontare la campagna elettorale, per le elezioni amministrative che dovrebbero tenersi a ottobre: "Ora penso ad amministrare, fino all'ultimo giorno farò il sindaco – ammette -. Dal primo giorno di mandato mi sono imposto di dare tutto me stesso, di mettercela tutta e non avere rimpianti. Oggi posso dire che è così. Poi certo, l'ultima parola spetta ai cittadini ma c'è fiducia, credo che abbiamo fatto ripartire la città. C'è stato il Covid in mezzo ma abbiamo fatto bene, spero di aver dimostrato l'amore per la nostra città". Tra i progetti "sicuramente vogliamo continuare questo percorso – spiega Passerini – ci sono diverse progettualità che abbiamo messo in campo e che mi auguro di completare in un prossimo mandato".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli