Covid: Siri (Lega), 'ora più morti per l'influenza, nessuna emergenza per chiudere'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 18 lug. (Adnkronos) – "Secondo l'Istituto superiore di Sanità la normale influenza porta a 21 decessi al giorno, mentre le vittime Covid sono 13 (ultimo dato ieri 17 luglio). Questo dato oggi è confortante, ma sarà comunque necessario che una Commissione Parlamentare d’inchiesta faccia luce sui metodi di calcolo utilizzati fin qui". Lo sostiene il senatore della Lega, Armando Siri sul suo profilo Facebook.

"Oggi le terapie intensive per fortuna sono vuote e parlare semplicemente di tasso di positività non ha alcun senso. Milioni di persone sono 'positive' a svariati virus che in presenza di gravi comorbilità potrebbero risultare fatali tanto quanto un'influenza. Se ci mettessimo a contarli tutti non vivremmo più", aggiunge.

"Non esiste alcuna emergenza che possa giustificare il restringimento del perimetro delle libertà individuali e un'ulteriore penalizzazione delle attività economiche che con estrema fatica stanno cercando di ripartire. Si cambino i parametri per la definizione di 'emergenza' sanitaria e si ritorni alla salute… mentale", conclude Siri.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli