Covid: sondaggio, 94% ragazzi vuole psicologo a scuola

·1 minuto per la lettura
featured 1399992
featured 1399992

Milano, 24 giu. (Adnkronos Salute) – Nove ragazzi su 10 vogliono lo psicologo scolastico. Due anni di attività travolti dallo tsunami della pandemia di Covid-19 non passano via senza lasciare un segno nel cuore e nella mente di tanti giovanissimi, soprattutto i più fragili e quelli più colpiti da isolamento e disagio. Lo segnalano con forza gli psicologi impegnati da fine 2020 in un servizio di ascolto e sostegno attivato in circa 6mila scuole della Penisola. E il bisogno di una figura esperta 'fra i banchi' è confermato da un sondaggio promosso dal Centro Studi del Consiglio nazionale dell'Ordine degli psicologi (Cnop) e condotto, tramite l'Istituto Piepoli, su un campione su un campione rappresentativo della popolazione italiana (datato 21 giugno). Risultato: l'81% degli italiani dichiara di ritenere utile (molto o abbastanza) lo psicologo scolastico, percentuale che sale al 94% nella fascia d'età 15-18 anni.

Secondo gli intervistati, le attività più importanti sono ascolto e sostegno (54%), prevenzione del disagio (41%), supporto alle famiglie (29%), consulenza al sistema scuola nel suo complesso e supporto ai docenti (18%). Tra gli studenti (15-18 anni) sette su dieci scelgono la voce 'ascolto e sostegno', evidenziando così – sottolineano gli autori dell'indagine – il bisogno di comunicare.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli