Covid, Spiegel: "Italia ha insabbiato errori della prima fase"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

Una reazione tardiva e sbagliata, una serie di errori nascosti: il settimanale di Amburgo 'Der Spiegel' punta il dito contro la gestione della prima fase della pandemia da Coronavirus nel nostro paese, citando una denuncia sporta da oltre 500 famiglie italiane.

"Le accuse sono gravi: l'Italia ha reagito troppo tardi e in modo sbagliato alla pandemia. Il paese è stato sopraffatto, in parte perché i piani di emergenza erano obsoleti e carenti. Gli errori sono stati nascosti. Per questo la gente è dovuta morire? Genitori, nonni, coniugi?", si interroga il settimanale, precisando che "l'allora presidente del Consiglio Giuseppe Conte e il suo ministro della Salute sono già stati ascoltati mentre da mesi vengono alla luce nuove omissioni. Non si tratta più solo di tragici casi individuali, ma di un fallimento fondamentale – e di insabbiamento". "Prima è arrivato il virus, poi l'insabbiamento", titola il giornale, ripercorrendo la storia di alcune tra le famiglie che "hanno sporto denuncia in seguito alla morte dei loro cari" per Coronavirus. "Chiedono chiarimenti. In effetti, i documenti dimostrano che all'inizio della pandemia sono stati commessi e nascosti errori", si legge.