Covid, Spp: in carceri milanesi positivi 67 detenuti e 21 agenti

Mch
·1 minuto per la lettura

Milano, 27 ott. (askanews) - Sono 50 i detenuti positivi al Covid-19 nel carcere di Milano San Vittore; 16 i casi censiti a Bollate e uno ad Opera. I poliziotti positivi sono complessivamente 21 nei tre istituti penitenziari della città. A rendere noti i dati è il segretario generale del sindacato polizia penitenziaria S.PP. Aldo Di Giacomo. "I dati sicuramente preoccupano, ma preoccupa di più l'immobilismo da parte dell'amministrazione penitenziaria", ha detto Di Giacomo. Secondo il segretario generale, "bisognerebbe impedire i colloqui con i familiari e l'accesso di tutte quelle persone non indispensabili per un periodo limitato, garandendo comunque loro la possibilità di avere contatto con i loro familiari detenuti" in streaming. "I dati forniti dall'amministrazione penitenziaria - ha detto - sembrano sottostimare il problema o comunque non aggiornati in tempo reale, in quanto i dati forniti dalle nostre strutture ci dicono che i numeri dei contagi sono maggiori". Per Di Giacomo, "le strutture carcerarie milanesi non sono in grado di poter ospitare e curare decine di detenuti infetti. La maggiore preoccupazione deriva da ciò che potrebbe succedere dal propagarsi del virus in carceri come quello di Milano San Vittore dal punto di vista dell'ordine pubblico ossia di eventuali possibili rivolte. Le organizzazioni criminali all'interno delle carceri italiane sono ancora molto forti e pronte a fomentare nuove rivolte".