Covid, stretto rapporto con un virus "spia": la nuova scoperta

·2 minuto per la lettura
Covid, stretto rapporto con un virus
Covid, stretto rapporto con un virus "spia": la nuova scoperta (Getty)

Nuova scoperta sul coronavirus: c'è un altro virus che, in stretto contatto con il Sars-CoV-2, agisce da "spia" per predire la gravità della malattia. Si chiama Torque Teno Virus (Ttv), è uno dei virus più frequentemente presenti nell'organismo umano, ospite comune anche nelle scimmie e negli animali domestici.

La sua eccessiva replicazione, secondo gli scienziati in Brasile, viene considerata segno che qualcosa non va nel sistema immunitario, un indicatore di immunodepressione. I livelli di Ttv - hanno osservato gli autori di una ricerca pubblicata su 'Plos One' - risultano essere più alti nelle persone infette da Sars-CoV-2. E "più alto era il titolo Ttv, più a lungo le persone sono rimaste malate. I sintomi sono scomparsi con la diminuzione della carica virale", ha spiegato Maria Cássia Mendes-Correa, professoressa della Facoltà di Medicina e prima autrice del lavoro.

GUARDA ANCHE - Covid, ecco il gene che aumenta il rischio di morte

"Abbiamo utilizzato i campioni di 91 pazienti con diagnosi di Sars-CoV-2 e di 126 persone con sintomi influenzali risultate negative a Covid", ha spiegato Mendes-Correa. Nei non infetti da Covid, "Ttv è rimasto stabile per tutto il periodo sintomatico".

Analizzando i campioni dei pazienti, i ricercatori dell'Istituto di medicina tropicale dell'università hanno osservato che il carico Ttv può effettivamente "fungere da indicatore della progressione e dell'esito" di Covid. "Più il paziente è sintomatico, maggiore è il carico di Ttv nel campione", ha detto Mendes-Correa. "Covid-19 sembra portare a un certo grado di immunodepressione causando uno squilibrio del sistema immunitario e questo favorisce la replicazione di Ttv".

Grazie alla nuova scoperta, in futuro si potrebbe migliorare la diagnosi e la prognosi di Covid. "Una delle possibilità è sviluppare un kit che dosi più biomarcatori della malattia contemporaneamente e poi valutare i risultati con l'ausilio di algoritmi".

GUARDA ANCHE - I non vaccinati rischiano il contagio 6 volte in più dei vaccinati. I dati dell’ISS

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli