Covid: Swg, 42% italiani ritiene probabile contagio, 20% preoccupato

·1 minuto per la lettura
featured 1430327
featured 1430327

Milano, 13 lug. (Adnkronos Salute) – Il 42% degli italiani ritiene probabile contrarre personalmente il coronavirus Sars-CoV-2. Il 20% si dice molo preoccupato per il virus. E' quanto emerge dal 'Radar Swg' della settimana tra il 5 e l'11 luglio, sulla base di una rilevazione condotta su un campione rappresentativo nazionale di 800 persone maggiorenni.

Le percentuali in entrambi i casi appaiono in rialzo rispetto al mese di giugno, ma per quanto riguarda la previsione di contagiarsi si è scesi di diversi punti percentuali rispetto al 55% di persone che a marzo 2020, alle prese con il primo tsunami Covid, ritenevano probabile infettarsi. Mentre la preoccupazione dei cittadini era partita da un livello più basso a febbraio 2020 (interessando il 15%), per poi toccare il picco a marzo e andare incontro a rialzi in corrispondenza di ogni ondata di contagio fino a intraprendere una discesa tra marzo e aprile 2021. Nell'altalena di emozioni che stanno vivendo gli italiani alle prese con la pandemia di Covid-19, incertezza, speranza e paura mostrano un andamento in crescita; la rabbia invece appare in discesa.

Il tracciato emotivo della pandemia mostra al 9 luglio una percentuale del 48% per quanto riguarda il sentimento di incertezza, seguita dal 42% della seconda emozione più sentita, la speranza. Seguono rassegnazione, vulnerabilità e rabbia, rispettivamente al 22%, fiducia al 18%, tristezza e angoscia al 17% e chiudono la panoramica la paura – a quota 15%, mentre a marzo 2020 si attestava al 33% – la noia al 10%, la gratitudine al 7% e la gioia al 6%.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli