Covid, tamponi gratis in stazione Fs Palermo: effettuati oltre 150 test al giorno

·2 minuto per la lettura

Oltre 150 tamponi ogni giorno in appena 6 ore: dalle 8 alle 14. L'iniziativa, che da sabato scorso consente a chiunque, gratuitamente, senza prenotazione o prescrizione medica, di sottoporsi al test antigenico rapido nel centro allestito dalla Croce Rossa Italiana nella stazione di Palermo centrale, 'raddoppia'. Il presidio, in cui tutti i giorni sono impegnati per ogni turno cinque volontari Cri del Comitato di Palermo oltre al personale sanitario, da domani sarà attivo anche nel pomeriggio. Dalle 8 alle 20 sarà possibile non solo per i viaggiatori ma soprattutto per le persone più vulnerabili effettuare il test gratuitamente. L'iniziativa è stata inaugurata sabato scorso alla stazione ferroviaria del capoluogo siciliano alla presenza del sindaco Leoluca Orlando, del commissario provinciale anti-Covid Renato Costa, del presidente della Cri Sicilia Luigi Corsaro, di quello del Comitato Cri di Palermo Laura Campione e del segretario regionale Beppe Giordano.

"Stiamo avendo un ottimo riscontro da tutti quei cittadini, che animati da un grande senso di responsabilità, si stanno recando alla Stazione centrale nel nostro punto di somministrazione tamponi in un'area messaci a disposizione dal gruppo Fs", spiega il presidente Corsaro. La scelta dello scalo ferroviario non è casuale.

"Grazie al successo dei giorni scorsi sperimentato a Roma Termini e Milano Centrale - dice il numero uno di Cri Sicilia -, anche Palermo garantisce un servizio fondamentale in questo periodo non solo per chi vuole viaggiare in sicurezza, ma per tutte le persone che vogliono effettuare uno screening anti covid tramite tampone. L’obiettivo - conclude Corsaro - è garantire anche le persone più vulnerabili, persone senza fissa dimora, nel pieno rispetto dei principi fondanti della Croce Rossa".

I costi del progetto sono sostenuti dalla Croce Rossa Italiana grazie al contributo della Commissione Europea (Direzione generale per la salute e la sicurezza alimentare) che, attraverso un accordo con la Federazione internazionale delle società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, ha destinato 35,5 milioni di euro alle attività di screening in sette Paesi europei. Lo screening, grazie all’indispensabile supporto degli operatori sanitari e dei volontari, andrà avanti tutti i giorni fino a ottobre e consentirà, a pieno regime, di effettuare fino a oltre 6mila tamponi al giorno su tutto il territorio nazionale.