Covid, Toti: proteggere persone più fragili senza chiudere Paese

Fos
·1 minuto per la lettura

Genova, 27 ott. (askanews) - "Bisognerebbe lasciare vivere e lavorare il Paese, proteggere le persone più fragili e non chiudere selettivamente pezzi di Paese sulla base di ragionamenti che mi convincono poco. Non credo che possiamo fare come Israele che ha vietato di uscire di casa a tutta una serie di categorie di persone, perché sarebbe illegale e incostituzionale, però costruire delle situazioni di questo genere sì, potremmo segmentare la società sulla base del rischio". Lo ha detto il governatore della Ligura, Giovanni Toti, commentando su Rtl 102.5 il dpcm del governo. "Questo dpcm - ha sottolineato Toti - contiene misure che andavano prese perché è indubbio che questo virus stia crescendo ma non so se quelle che abbiamo preso saranno efficaci o se sono socialmente eque: io rilevo che negli ospedali chi sta peggio sono i più fragili, gli anziani, i pluiripatologici e loro devono essere protetti di più. Se diciamo che il vero problema è trovare un punto di equilibrio tra il contenimento della pandemia e non uccidere l'economia - ha concluso il governatore ligure - abbiamo bisogno di trovare un punto di equilibrio di lungo periodo".