Covid, trattoria di Tivoli dà pasti gratis a chi ha fame

Bla
·2 minuto per la lettura

Roma, 13 nov. (askanews) - Un pasto gratis ai più bisognosi, E' l'iniziativa lanciata dalla "Taverna di Dracula", un ristorante di cucina rumena a Tivoli, vicino a Roma, che in un momento di emergenza sanitaria a causa del Coronavirus e di crisi economica, mette a disposizione la propria cucina come se fosse un centro "Caritas". L'idea è dei due gestori rumeni, Raisa Hampu e Michele Lina, da 15 anni in Italia, che sulla lavagna esposta fuori dal locale invitano "dalle 12.30 alle 14.30, tutte le persone bisognose per un pasto caldo, rispettando le normative Covid-19. Non esitate ad entrare. Qui non sarai giudicato se hai fame o sei di un'altra nazionalità". La notizia si è diffusa sul Web e dai siti di notizie locali il tam-tam digitale è arrivato fino al Tg1 della Rai che ha inviato un giornalista per realizzare un servizio. "Non pensavano di provocare tutto questo rumore", ha detto Michele ad Askanews. "L'iniziativa è nata solo perché è meglio far mangiare qualcuno che non ha la possibilità di sfamarsi piuttosto che rimanere aperti senza clienti. Certo non cercavamo pubblicità", ha aggiunto. La Taverna di Dracula su Tripadvisor ha 246 recensioni per la gran parte "eccellenti" e intanto, sulla loro pagina Facebook i complimenti per l'iniziativa si sprecano: Roberto B. scrive "Grandi .Un gesto da numeri 1 . Nessun ristorante stellato 'italiano si è sognato di fare come voi dall'alto dei milioni di euro che incassano ogni anno". Gli fa eco Lucia O. "Grazie e complimenti per la sensibilità. In questo momento in cui tutto è difficile, tutto è fosco, dove rinchiudersi nel proprio bozzolo incuranti di quello che ci circonda è diventata la normalità, voi, che pure vi trovate in un settore pesantemente colpito, con il vostro gesto avete dato un segnale potentissimo di generosità, empatia, umanità. Quando tutto sarà finito, quando torneremo a stare insieme e a festeggiare con serenità, verremo a trovarvi". Mentre Marco L. Sottolinea che la 'Taverna di Dracula' rappresenta "un esempio che commuove. Quando il cuore ed il cervello lavorano insieme. Bravissimi!! Vi auguro ogni bene e se capito da quelle parti ho un luogo dove andare a mangiare".