Covid: Tributaristi, gruppo di lavoro per monitoraggio norme sul crisi d’impresa

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 3 set. (Labitalia) – Gli effetti della pandemia sull’economia e sulle imprese hanno indotto il legislatore a rinviare l’entrata in vigore del Codice della crisi d’impresa ed a introdurre nuovi istituti volti ad aiutare le imprese ad evitare o superare un eventuale stato di insolvenza. L’ultimo atto legislativo in materia è il D.L. 118/2021 ‘Misure urgenti in materia di crisi d’impresa’ che contiene, in tale ambito, principalmente due interventi: l’ulteriore differimento dell’entrata in vigore del Codice della crisi d’impresa ed un nuovo istituto di soluzione concordata della crisi gestito da un 'esperto' indipendente.

L’Istituto nazionale tributaristi (Int), valutate positivamente le norme introdotte dal Decreto Legge, ha costituito un Gruppo di lavoro volto non solo a seguirne la conversione in Legge, ma a monitorare costantemente le norme sulla crisi d’impresa.

Del gruppo di lavoro fanno parte Andrea Bognolo, Consigliere nazionale esperto e relatore della materia in vari convegni, Davide Codello, Consigliere nazionale che avrà il compito di coordinare i rapporti con le istituzioni e con la presidenza nazionale dell’Int e Roberto Vaggi, Direttore generale che già cura i rapporti e gli accordi con le organizzazioni deputate alla gestione della crisi d’impresa.

“Il nostro intento è quello di fornire ai nostri tributaristi supporti ed approfondimenti sulla crisi d’impresa per poter seguire le aziende assistite che ne avessero necessità nei rapporti con i soggetti deputati alla soluzione della crisi e dei problemi di insolvenza conseguenti” dichiara il Presidente dell’INT Riccardo Alemanno, che precisa “in questa fase non vogliamo entrare nel merito della valutazione della figura dell’esperto e delle competenze che la norma ha previsto, indipendentemente dalla sua iscrizione in albi o meno, poiché è evidente che chi assumerà il ruolo di esperto per la soluzione della crisi, dovrà avere una grande esperienza e preparazione nello specifico ambito. Vogliamo pertanto preparare il tributarista a svolgere il ruolo di intermediario, tra l’impresa e l’esperto, con competenza e professionalità perché il nostro obiettivo è quello di tutelare l’impresa a maggior ragione se in difficoltà economica".

Il gruppo di lavoro dell’Int potrà essere implementato e si occuperà anche di organizzare corsi di approfondimento, ma in questa prima fase l’obiettivo primario è quello di fornire al legislatore indicazioni operative.

“La materia è complessa e delicata, le modifiche ed i rinvii possono rendere meno agevole la comprensione delle norme stesse” dichiara il consigliere nazionale Andrea Bognolo che auspica un accorpamento dei vari interventi legislativi sulla crisi d’impresa in un unico testo che ricomprenda l’intero impianto normativo dalla prima emanazione del 2019 alle varie modifiche, ciò consentirebbe ad imprese e professionisti di avere un unico insieme di norme su cui approfondire le opportunità di uscita dalla crisi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli