Covid, U-Mask: nostre mascherine rispettano tutte le norme

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 25 gen. (askanews) - Le mascherine U-Mask rispettano "pienamente le norme e le leggi in materia". La precisazione arriva dalla società italiana che detiene il marchio U-Mask dopo l'operazione della polizia locale che su ordine della procura di Milano ha sequestrato una quindicina di mascherine sospette per verificare se la capacità di filtraggio effettiva è conforme a quella dichiarata dall'azienda produttrice.

L'inchiesta milanese, avviata dopo la denuncia di un'azienda concorrente, vede indagata l'amministratrice della fililale italiana di U-Mask per frode nell'esercizio del commercio. "Siamo certi che le indagini in corso chiariranno la trasparenza del nostro operato", riferisce l'azienda che dopo il sequestro precisa: "Abbiamo collaborato attivamente con gli inquirenti, fornendo tutta la documentazione richiesta".

Quanto alla capacità di filtraggio delle mascherine bio-tech, "tutta la documentazione tecnica relativa ai nostri dispositivi - sottolinea la società - è stata a suo tempo inviata, come prescritto dalla legge, alle Autorità competenti (Ministero della Salute) che, preso atto della correttezza della documentazione accompagnatoria e delle prove tecniche effettuate, ne ha disposto l'approvazione e la registrazione come dispositivi medici di classe uno"