Covid, Ue propone richiami vaccino per viaggi estate 2022

·1 minuto per la lettura
Siringhe contenenti il ​​vaccino Pfizer-BioNTech contro il Covid-19

BRUXELLES (Reuters) - I residenti dell'Unione europea dovranno aver ricevuto un richiamo del vaccino Covid-19 se vorranno viaggiare in un altro Paese del blocco la prossima estate.

Si tratta di una proposta che sarà annunciata in giornata dalla Commissione europea.

Bruxelles vuole armonizzare le regole tra i 27 Paesi Ue per consentire la libera circolazione, pilastro dell'Unione, mentre le diverse nazioni si ritrovano a dover imporre nuove restrizioni con l'aumento dei contagi.

I governi Ue, che dovranno approvare la raccomandazione della Commissione, hanno aperto il dibattito in merito martedì. La Grecia ha proposto che in futuro le persone possano viaggiare liberamente se hanno ricevuto una dose negli ultimi sei mesi.

Con il presupposto che l'immunità diminuisce nel tempo, la Commissione Ue propone che le persone siano considerate coperte se la dose più recente è stata ricevuta negli ultimi nove mesi, ha detto un funzionario a Reuters.

(Tradotto in redazione a Danzica da Michela Piersimoni, in redazione a Roma Francesca Piscioneri)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli