Covid, un altro sospetto mini cluster in provincia di Caserta

·2 minuto per la lettura
Coronavirus, rischio focolaio a Castel Volturno
Coronavirus, rischio focolaio a Castel Volturno

In Campania, il timore che possa esserci un nuovo focolaio di coronavirus a Castel Volturno, in provincia di Caserta, è tangibile. Dopo Mondragone e Conca, si contano nuovi cinque casi positivi. Lo ha comunicato lo stesso comune.

Coronavirus a Castel Volturno: si teme un focolaio

La struttura sanitaria locale ha fornito i cinque casi positivi che, finora, hanno dato esito positivo al Covid-19. “Si tratta di cittadini non residenti senza fissa dimora, attualmente domiciliati nel nostro comune” ha specificato l’amministrazione comunale in una nota. “Le persone in oggetto sono state poste in quarantena obbligatoria sotto assistenza e vigilanza della Polizia Municipale e Protezione Civile. Vi comunicheremo ulteriori aggiornamenti in itinere“. Dall’inizio della pandemia, Castel Volturno aveva registrato 14 casi positivi, fra cui un decesso. Le autorità sanitarie stanno ricostruendo i contatti per quanto sia possibile. L’obiettivo è circoscrivere l’eventualità di un nuovo focolaio.

Il mini focolaio a Caserta

I casi di Castel Volturno si assommano a un’altra città casertana: Conca. Ieri 21 luglio, l’Azienda sanitaria locale ha riscontrato sei persone positive al coronavirus. L’allarme è scattato all’Ospedale Maddaloni, dove è stata ricoverata una badante 55enne con i sintomi del coronavirus. Tutti i contatti della donna sono stati sottoposti a tampone. “Fortunatamente, ad oggi parliamo di nuclei familiari circoscritti” è stato il commento del sindaco di Conca,David Simone, che ha poi aggiunto: “Speriamo che la situazione rimanga immutata senza un ulteriore allargamento del contagio“.Ai cittadini ho ricordato l’obbligo di utilizzare la mascherina nei luoghi chiusi e a mantenere il distanziamento sociale.

Il primo cittadino ha disposto la sanificazione totale di tutti i locali. Ha poi invitato i cittadini a mantenere il distanziamento sociale e indossare la mascherina nei luoghi chiusi. Mai come in questo momento, la cittadinanza è chiamata a non abbassare ala guardia.