Covid, Upi: sì a rientro graduale e in sicurezza a scuola

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 20 apr. (askanews) - "Il governo ci ha ascoltati. Il rientro in classe in presenza di tutti gli alunni, soprattutto nelle superori, è l'obiettivo di tutti ma occorre prudenza e gradualità". Così il presidente delle Unione Province Italiana, Michele de Pascale, durante l'incontro governo-Regioni-Enti locali, in vista delle riaperture delle scuole prevista per il 26 aprile.

"La nostra proposta di un margine di rientro in percentuale dal 60% al 100% è stata accolta, specificando che faremo di tutto perché questa percentuale sia la più alta possibile. I tavoli nelle prefetture ci aiuteranno e accompagneranno questo percorso, calandolo sui bisogni e sulle necessità dei territori, con flessibilità e autonomia.I problemi che poniamo sono molto concreti: quantità e capienze nei mezzi di trasporto tali da evitare assembramenti così come come negli ingressi a scuola e negli snodi del trasporto e tracciamento degli studenti", ha agigunto.

"Ringraziamo il ministro Bianchi per avere compreso le criticità che abbiamo espresso, al ministro Giovannini con cui continua il lavoro per cercare ulteriori soluzioni sui trasporti, che resta dirimente, e la Ministra Gelmini per il fondamentale lavoro di coordinamento e ascolto che sta portando avanti per mantenere salda la collaborazione tra tutte le istituzioni", ha detto ancora.