Covid, variante inglese isolata a Roma nei laboratori del Celio

L'infettivologo Galli: sembra più aggressiva ma non più cattiva