Covid Veneto, Zaia: "Assembramenti da spritz, attenzione"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

Con le riaperture e il ritorno in zona gialla, in Veneto si vede "qualche assembramento da spritz". Il monito a tenere alta l'attenzione per non far risalire i contagi di covid arriva dal presidente della regione, Luca Zaia, nel consueto punto stampa.

"Sta calando" il trend dei contagi, premette il governatore del Veneto, che però avverte: "Spero non si abbassi la guardia. Onestamente qualche assembramento da spritz lo si vede in giro, avremo la prova del nove con questo fine settimana anche se il meteo dà pioggia. Ragazzi, signori, l'assembramento è sempre foriero di un rischio", dice Zaia.

"Quindi -aggiunge- io dico: fate attenzione, perché non abbiamo la certezza matematica che non si possa avere una ripresa della curva di infezione. Lo dico perché ho il pensiero di chi è negli ospedali, impegnato a curare ancora i pazienti in terapia intensiva e quelli negli altri reparti". In Veneto oggi sono stati registrati 935 nuovi contagi e 17 morti. Sono stati inoltre processati 36.041 tamponi e l'indice di positività è al 2,59%.

"Siamo in zona gialla ma non si può abbassare la guardia. Con l'Rt odierno di 0,86 e 129 positivi su 100 mila abitanti, siamo in zona gialla. Ma attenzione, a pochi gradini dal passare in arancione. Ricordo che i parametri ora si sono abbassati: a 1 si va in arancione, e in automatico. Dipende, perciò, tutto da noi rimanere in giallo", ripete Zaia.