Covid Veneto, Zaia: "Preoccupati per terza dose, vorremmo fare di più"

·1 minuto per la lettura

"Siamo preoccupati per le terze dosi dei vaccini" anti-covid "perché vorremmo fare di più: dobbiamo vaccinare i 30mila ospiti delle Rsa, e il personale sanitario, stiamo anche aspettando il pronunciamento per la terza dose per gli under 60". Lo ha sottolineato il presidente del Veneto, Luca Zaia nel corso della presentazione della mostra "Andrà tutto bene" dei mille trecento disegni e 320 lettere mandate alla regione Veneto dai bambini durante la pandemia.

"Dall'inizio della pandemia abbiamo fatto oltre 500 punti stampa per parlare ai veneti e penso che sia stata fondamentale un'azione di accompagnamento, di informazione pulita e non drogata da ideologie, anche cruda alle volte. Per questo dico che a livello nazionale non si può abdicare al ruolo di fare una campagna di informazione, non dico di promozione, dei vaccini per spiegare cosa sono e come funzionano", ha detto inoltre Zaia. "Non possiamo delegare l'informazione ai social media, i risultati li abbiamo visti e se alcune sfide non vengono colte fino in fondo è per questo. Oggi è covid domani potrebbe essere altro", ha concluso.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli