Covid Veneto, Zaia: "Primi per vaccinazioni"

·2 minuto per la lettura

"Siamo primi in Italia per numero di vaccini effettuati: ieri ne sono stati fatti 34.339 e per quanto riguarda i 60enni siamo all'80% di vaccinati, per i 50enni siamo al 70%". Lo ha detto il presidente della Regione Luca Zaia oggi nel corso del punto stampa.

"Ora apriremo posti per vaccinare coloro che hanno un'esenzione ticket per patologia: questo riguarda persone dai 16 anni in su. Inoltre, il 30 maggio arriveranno 454 mila vaccini e quindi possiamo viaggiare a 50mila vaccinazioni al giorno", ha annunciato.

"Conclusa la fascia d'età degli over 40 lo scenario che avremo davanti sarà quello di privilegiare gli operatori del turismo e i giovani. Penso quindi che sarebbe opportuno dedicare un contingente di vaccini ai più giovani: su 100 vaccini disponibili almeno 80 dovrebbe essere previsti per i 20enni che dal punto di vista epidemiologico, in estate, rischiano di infettare molto di più rispetto alle persone più anziane che magari rimangono a casa", ha aggiunto.

"Vedo i dati delle prenotazioni dei turisti in Veneto che stanno incrementando decisamente e quindi dico 'venite in Veneto perché rischiata di mancare solo voi...' quest'anno sarà l'anno d'oro", ha detto ancora Zaia durante il consueto punto stampa aggiungendo: "Sulle vaccinazioni ai turisti serve una decisione nazionale: a me sembrava un'ovvietà vaccinare i nostri turisti, sembrava una cosa semplice da fare, in poche ore, in realtà pare non sia così". E ha precisato che "l'approccio dei vaccini ai turisti varia seconda delle regioni in cui ci si trova. Ed è impensabile fare accordi bilaterali tra le regioni come fatto ad esempio tra Piemonte e Liguria, perché noi dovremo fare accordi con tutta l'Italia". E il presidente del Veneto ha quindi spiegato che "da noi il turismo è la prima fonte economica, siamo la prima regione turistica in Italia con 72 milioni di presenze e il 67% di stranieri. Per noi il turista è sacro e gli si devono poter dare tutti i servizi possibili e quindi anche il vaccino se lo richiede". D'altra parte ha continuato Zaia: "Ho visto con piacere che la stragrande totalità di esponenti politici e del mondo scientifico condividono l'idea del vaccino in vacanza e spero quindi che questa partita non diventi per qualcuno un totem e si prenda presto una decisione a livello nazionale". E sul fronte del turismo Zaia ha anche annunciato che "presto andremo alla vaccinazione degli 80mila addetti del settore turistico"..

"Abbiamo superato i 10 milioni di tamponi fatti: nelle ultime 24 ore su 10.429 tamponi abbiamo registrato 150 nuovi positivi per un'incidenza dell'1,44%". Lo ha sottolineato il presidente del Veneto Luca Zaia nel corso del punto stampa spiegando che "ad oggi vi sono 845 ricoverati negli ospedali (-12): 749 in area non critica e 96 in terapia intensiva con 2 nuovi decessi".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli