Covid, via libera al Decreto di Natale: ecco tutte le nuove misure

·3 minuto per la lettura
REUTERS/Fabrizio Bensch
REUTERS/Fabrizio Bensch

Il Consiglio dei Ministri ha approvato all'unanimità il nuovo decreto contenente le misure da adottare durante le Festività per fronteggiare l'epidemia di Covid-19, e la variante Omicron. Diverse le misure approvate: dalla riduzione del periodo di validità del Green pass vaccinale da 9 a 6 mesi fino all'obbligo di mascherine all'aperto. Slittato l'obbligo di vaccino per i dipendenti della pubblica amministrazione. Ecco tutte le nuove regole.

LEGGI ANCHE: Obbligo vaccinale dipendenti pubblici slitta, non entra in decreto Natale

Super Green pass dura 6 mesi. Dal 1° febbraio 2022 verrà ridotta la durata del Green Pass vaccinale da 9 a 6 mesi. L'avvio della misura è stato posticipato rispetto alle altre per evitare che troppi cittadini restino senza Certificazione verde. Sì all'obbligo di mascherine all'aperto. L'obbligo sarà in vigore fino al 31 gennaio 2022 anche in zona bianca.

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Dove il Covid non esiste: 10 territori risparmiati dalla pandemia

Sì all'obbligo di Mascherine Ffp2 al chiuso e all'aperto per spettacoli ed eventi sportivi, fino alla cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da Covid-19, che per ora è fissato al 31 marzo. In particolare, le mascherine Ffp2 andranno indossate nei cinema, teatri, locali di musica dal vivo e per eventi sportivi, sia al chiuso che all'aperto, sui mezzi di trasporto: treni, aerei, traghetti ma pure bus, tram e metro e tutto il trasporto pubblico locale. Il Governo sta valutando la possibilità di calmierare i prezzi delle mascherine Ffp2, soprattutto per gli studenti.

LEGGI ANCHE: Green pass ridotto e obbligo mascherine, via libera a decreto Natale

Vietati cibo e bevande in cinema, teatri o palazzetti sportivi. Fino al 31 marzo per consumare al bancone di bar, ristoranti, locali ed enoteche sarà necessario esibire il Super Green Pass. Stop alle feste all’aperto fino al 31 gennaio 2022. Vietati anche eventi e concerti. Per entrare nelle sale da ballo e discoteche, dal 30 dicembre e fino al 31 marzo servirà il "Mega Green Pass", ovvero quello rilasciato dopo la terza dose. Altrimenti, chi ha completato il solo ciclo primario di vaccinazioni oltre al Super Green Pass dovrà presentare un certificato che attesti l'esito negativo di un tampone antigenico o molecolare. Lo stesso iter previsto per le discoteche riguarda chi vuole fare visita ai propri cari in una Rsa: seconda dose più tampone oppure terza dose.

LEGGI ANCHE: Governo: capienza stadi resta al 75%, ma arriva l'obbligo di mascherina FFP2

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Un chip sottopelle per avere il Green pass sempre con sé: la proposta di un’azienda svedese

Obbligo di Super Pass in palestre, piscine, musei, terme. La misura entra in vigore dal 30 dicembre anche per parchi tematici e di divertimento, centri culturali, centri sociali e ricreativi al chiuso (esclusi i centri educativi per l’infanzia), sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò. Non ci saranno, invece, al contrario dello scorso anno limitazioni di legge al numero di ospiti a casa per la Vigilia o il giorno di Natale. Viene ridotto da cinque a quattro mesi il periodo minimo per la somministrazione della terza dose.

LEGGI ANCHE: Il documento ministeriale con i dati sulla mutazione

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Svizzera: crescono i ricoveri in terapia intensiva. Paura per la variante Omicron

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli