Covid: virologo Pregliasco, 'ora serve campagna vaccinale 2.0 personalizzata'

·1 minuto per la lettura
featured 1416771
featured 1416771

Roma, 5 lug. (Adnkronos Salute) – "Noi con gli hub siamo riusciti il più velocemente possibile a soddisfare chi voleva vaccinarsi. Ora invece c'è la necessità di una campagna vaccinale 2.0 personalizzata e di prossimità, questa è la scommessa del futuro". Così all'Adnkronos Salute il virologo Fabrizio Pregliasco, docente dell'Università Statale di Milano, su quel 25-30% di popolazione che ancora non ha risposto all'appello della campagna vaccinale.

"Gli hub hanno fatto il loro tempo e sono serviti per dare questa spinta importante iniziale, però – afferma – davvero ora bisognerebbe riuscire a coinvolgere il territorio e comunque le Usca (Unità speciali di continuità assistenziale, ndr) in modo più ampio, ampliandole per quanto possibile dal punto di vista della loro capacità sul territorio e soprattutto i dipartimenti di prevenzione".

Quanto al raggiungere la sacca di vaccino-resistenti, "io sono un po' spaventato – ammette Pregliasco – perché sento persone dire che 'quelli che si sono vaccinati sono stati dei p..la, però me ne avvantaggio io e non corro quei rischi'. Soprattutto vedo difficoltà nel convincere i giovani, perché mentre per il nonno il rischio è alto e vuoi che si vaccini, per quanto riguarda i ragazzini vedo titubanze nei familiari".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli