Covid, "a Wuhan 10 volte i casi registrati da dati ufficiali"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

A Wuhan, la città cinese in cui sembra aver avuto origine l'epidemia di coronavirus lo scorso dicembre, i casi di covid potrebbero essere stati circa mezzo milione, quasi dieci volte di più dei casi registrati ufficialmente, rende noto il Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie cinese in un post sui social.

Risultati simili sono stati registrati in diverse altre località nel mondo, come per esempio New York ma a Wuhan le autorità hanno cercato di contenere la diffusione del numero reale dei casi diagnosticati almeno fino al 12 febbraio, quando da un giorno all'alto sono stati decuplicati i casi di contagio.

La nuova proiezione è stata fatta sulla base degli esami sierologici effettuati su 34mila residenti di Wuhan, di altre città della provincia dell'Hubei, oltre che di Pechino, Sanghai, e delle province di Guangdong, Jiangsu, Sichuan e Liaoning.

L'incidenza dei test positivi agli anticorpi del covid nella provincia di Wuhan, dove vivono 11 milioni di persone, è stata del 4,43 per cento. A oggi, i casi di covid confermati sono 50.354. L'incidenza fuori da Wuhan è decisamente inferiore. Nella provincia della città focolaio per esempio è dello 0,44 per cento.