Covid, Zingaretti: restiamo uniti per salvare il Paese

Rea
·1 minuto per la lettura

Roma, 28 ott. (askanews) - "Il governo si concentri sull'efficienza e la serietà, sul dialogo e l'apertura con il Paese, le persone, le forze produttive e sociali, il tessuto assiciativo, e sul coinvolgimento e confronto con le forze di opposizione". È l'invito del segretario Pd Nicola Zingaretti, in una lettera a Repubblica, in cui ricorda che "altre democrazie non si sono mosse per tempo e stanno pagando costi immensi". Ma "noi abbiamo ancora la possibilità di fermarci prima, di salvare l'Italia e il suo futuro, di combattere insieme e di agire uniti". Zingaretti riconosce che dopo "la battaglia" vinta in primavera contro il virus, "il livello di stress degli italiani è ormai altissimo". Dunque "massima attenzione ai nervi tesi del Paese, a chi scende legittimamente in piazza per esprimere paura e chiede di non essere abbandonato. Massima attenzione anche ai tanti avvoltoi in agguato, pronti a gettarsi sulla solitudine e sulla rabbia, quella parte d'Italia che da sempre lavora contro il patto sociale e lo Stato. Per questo ora è vitale ritrovare forza di iniziativa, spirito unitario e coesione. Stiamo uniti per combattere l'unico vero nemico, il Covid". Certo, "oggi gli italiani sono stanchi". E tuttavia "la speranza di uscire da questo incubo non è nell'illusione di non far nulla. Si può uscire da questo incubo solo se lo si combatte".