Covid19, a Napoli riapre l’antico “Caffé Gambrinus”

·1 minuto per la lettura
Covid19, a Napoli riapre l’antico “Caffé Gambrinus”
Covid19, a Napoli riapre l’antico “Caffé Gambrinus”

Napoli, 8 feb. (askanews) – Ha riaperto a Napoli lo storico caffé Gambrinus, uno dei più antichi e prestigiosi locali storici italiani, 3 mesi esatti dopo la chiusura dettata dalle stringenti norme anti-contagio per la pandemia di Covid-19 in corso.

Risalente al 1860, il Gambrinus in Piazza del Plebiscito, di fronte al Palazzo reale, non è solo uno dei caffé più famosi del capoluogo partenopeo ma un vero e proprio punto di riferimento culturale per la città e per i turisti di tutto il mondo, ultimamente divenuto, suo malgrado, uno dei simboli italiani del disastro economico causato dal coronavirus Sars-Cov2. Ma ora pronto al suo riscatto.

Un segnale di rinascita, dunque, un gesto simbolico per dimostrare che Napoli e l’Italia ce la possono fare, come ha sottolineato Massimiliano Rosati, uno dei soci del Gambrinus.

“Ce la dobbiamo fare – ha detto – abbiamo riaperto per dare un segnale di speranza in un momento così particolare per la vita nel mondo e dare anche un segnale di rinascita in vista della Pasqua. Stare qua è come stare a casa. C’è mancato l’affetto delle persone e di tanti napoletani che non vivono a Napoli e quindi ci vengono a trovare per riassaporare i sapori e le emozioni di una volta. Poi quanto è mancato agli altri lo vedremo, saranno loro che ce lo diranno, noi abbiamo le indicazioni che ci dà il web, di tanti gesti d’affetto e di solidarietà, tanti messaggi, e aspettiamo il pubblico che verrà da vicino.